Come disattivare un Sensore di Allarme

Come disattivare un Sensore di Allarme
5 (100%) 2 votes

Attenzione, questo non vuole essere un articolo informativo per aiutare un ladro o malfattore che vuole eludere il vostro antifurto. Tutt’altro. Vogliamo condividere con voi la nostra esperienza di installatori per farvi conoscere eventuali “falle” nel vostro impianto che possono essere colmate prestando un po’ di attenzione.

I moderni sistemi di antifurto sono sofisticati, abbastanza affidabili ed innalzano il vostro grado di sicurezza specie se abbinati a “sistemi passivi” come porte blindate e barre antintrusione. Insomma vi difendono e preservano da intrusioni. Vanno però usati con consapevolezza, con attenzione. Bisogna sempre manutenere le apparecchiature elettroniche e soprattutto conoscerle. Insomma perdiamo un po’ di tempo a studiarle, a leggere il libretto di istruzioni e facciamoci una chiacchierata con il nostro installatore, che sicuramente ne saprà molto piú di noi.

Ma torniamo all’ argomento del nostro articolo. Come può essere disattivato un sensore di allarme. Facciamo una prima distinzione perchè potremmo noi aver voglia di disattivare un sensore, perchè magari la notte siamo in casa e vogliamo attivare solo i sensori esterni del giardino mentre disattivare quelli interni perchè siamo in casa. Per non confonderci parliamo di bypassare un sensore.

DISATTIVARE-SENSORE

Bypassare un sensore – Che cosa significa

Diciamo che vuoi usare il tuo sistema di allarme, ma hai una porta o una finestra che vuoi lasciare aperta, e comunque armare il resto del sistema. Esistono numerosi motivi per cui potresti voler eseguire questa operazione, ad esempio i seguenti esempi:

  • Vuoi essere in grado di aprire e chiudere una finestra specifica durante la notte, mentre il tuo sistema di allarme è attivo;
  • si desidera ignorare un determinato sensore di movimento in modo che una persona (o un animale domestico di grandi dimensioni) possa spostarsi attraverso un’area senza creare un evento di allarme. I piccoli animali domestici dovrebbero essere ignorati dalla tecnologia odierna.
  • Mentre stai effettuando riparazioni o ristrutturazioni a casa tua, un sensore potrebbe essere temporaneamente spostato – e desideri comunque utilizzare il tuo sistema per proteggere il resto della casa.

Come bypassare un sensore sulla maggior parte dei sistemi di allarme domestico

Bypassare un sensore sulla maggior parte dei sistemi di allarme domestici è straordinariamente facile – grazie al fatto che la maggior parte dei produttori di sistemi di sicurezza seguono le stesse convenzioni (o molto simili) per ridurre l’incidenza dei falsi allarmi. E scoprirete che le società di allarme con la migliore reputazione sono le stesse aziende – non a caso – che forniscono le apparecchiature di allarme wireless più intuitive nel settore della sicurezza domestica. Uno dei vantaggi di un’interfaccia utente più semplice è la facilità con cui è possibile eseguire le funzioni di base in breve tempo – e annullarle in seguito, con la stessa facilità.

Insomma dalla centralina disattivate il sensore, molto semplice.

Controlla prima il tuo manuale d’uso

Qualsiasi manuale utente del sistema di allarme che valga la pena contenere le istruzioni per bypassare un sensore, e di solito richiede solo poche spinte di un pulsante. Oppure, data la proliferazione di più pannelli di controllo degli allarmi touchscreen di facile utilizzo, potrebbero non esserci pulsanti effettivi. In ogni caso, le istruzioni dovrebbero essere semplici e facili da trovare ed eseguire.

Come si disattiva automaticamente un sensore

i rilevatori di movimento wireless sono quelli piú a rischio disattivazione. Il motivo è semplice, sono dotati di batterie per l’alimentazione che potrebbero scaricarsi e rendere inutilizzabile il sensore. Quasi tutti i modelli hanno un sistema che comunica alla centrale l’imminente problema, insomma avvisano che le batterie sono scariche (supervisione), ma molti modelli economici non lo fanno. Per cui fate attenzione e monitorare costantemente il loro funzionamento.

I sensori PIR a raggi infrarossi, specie quando montati all’esterno, hanno dei sistemi anti tampering, anti sabotaggio. Attenzione però perchè se ci sono fonti di calore intense nelle vicinanze o vengono colpiti da raggi luminosi, finiscono di funzionare e potrebbero disattivarsi o dare vita a falsi allarmi.

I ladri possono disattivare un sensore proprio generando una serie di falsi allarmi che costringono il proprietario a disattivarlo. I sensori perimetrali a microonde invece possono essere “disturbati” generando un campo magnetico. I sensori a microonde generano un campo elettromagnetico (RF) tra trasmettitore e ricevitore, creando una zona di rilevamento volumetrica invisibile. Quando un intruso entra nella zona di rilevamento, le modifiche al campo vengono registrate e si verifica un allarme, ma possono essere “disturbati” nel loro lavoro da campi magnetici.

Lascia un commento